#150ACfuturopresente

Domenica, 26 Novembre 2017
radicati nel futuro

In questo triennio di straordinaria ordinarietà siamo chiamati come non mai, ad essere come ci ha definito Giovanni XXIII, “pupilla oculi dei Papi nei tempi moderni”. La nostra vocazione ci pone là dove siamo naturalmente come laici, cioè nel nostro quotidiano, capaci di ascolto, attenzioni e gesti che sappiano orientare la realtà ecclesiale verso le vite degli uomini e tutti insieme verso l’unica meta che è il Regno di Dio. 

La memoria dei 150 anni che si unisce provvidenzialmente all’avvio del Sinodo diocesano, ci chiama a fare proprio quello su cui abbiamo riflettuto nell’assemblea elettiva sia diocesana che nazionale ovvero il nostro essere “radicati nel futuro, custodi dell’assenziale”

            Nel nostro stile siamo chiamati a contribuire corresponsabilmente alla costruzione della Chiesa che vogliamo essere, una Chiesa dove tutti sono protagonisti nel rispetto dei ruoli e dei compiti, ma soprattutto nell’amore fraterno che ci viene dall’avere un unico Padre.

In questo documento programmatico troviamo i punti di partenza, a noi, come dice Papa Francesco, la “Fantasia pastorale” di viverli qui ed ora….

Noi dobbiamo essere, in questa società inquieta e incerta, una forza di speranza e perciò una forza positiva capace di costruire nel presente per l’avvenire. Vittorio Bachelet 

Per questo ci troviamo assieme al nostro Presidente Nazionale Matteo Truffelli ed al nostro Vescovo Riccardo Fontana per dedicarci una giornata....

 

Con il patrocinio di

Regione Lazio Città Metropolitana di Roma Capitale Roma